mercoledì 20 febbraio 2013

A proposito dei barboni...


A proposito dei barboni…

Difficilmente la loro condizione di vita ed il loro modo d’essere viene interpretato in modo da non formulare una critica o un giudizio morale nei loro confronti. Esiste una lunga serie di luoghi comuni che attribuisce a questi individui tutte quelle caratteristiche degli esseri umani sbandati, falliti e pericolosi che portano costantemente dentro di loro un profondo risentimento verso le persone che conducono una vita normale. Quello che la gente non riesce a vedere nei barboni è una grandissima ironia, un trascinante soffio vitale, come un’intensa scarica elettrica che si sprigiona solo in chi vive sulla strada.
Vorrei che gli individui più fortunati riuscissero ad uscire dallo stereotipo del povero derelitto per capire che alcuni di noi hanno volontariamente effettuato una scelta di rinuncia alla vita e che altri hanno definitivamente abbandonato l’idea di reintegrarsi nella vostra società.
Mi è capitato molte volte, di leggere o di ascoltare chi parla dei barboni dicendo sempre le solite cose ed in quei momenti il mio desiderio sarebbe di bacchettare sulle mani chi si esprime in questo modo. C’è chi non sa far altro che evocare il livore negli sguardi dei disperati, oppure creare icone di miseri straccioni affamati che portano con loro tutti i vizi di un’umanità corrotta da redimere.
Ancora nessuno ha aperto gli occhi veramente. Se queste persone di cui si parla
(i barboni) dovessero rispondere alle precedenti erronee valutazioni, essi non avrebbero alcuna simpatia per chi manifesta le proprie idee in questo modo. Di sicuro, pur ridendoci sopra, questi emarginati non potrebbero provare risentimento per coloro che sanno provare soltanto compatimento.
Persone pie che pensate di poter salvare anime impure credendo d’essere voi stessi senza macchia, quando incontrate i barboni guardateli bene negli occhi ed attaccatevi ad un palo, o potreste cadere in preda alle vertigini.
I barboni non sono poveri, né ricchi, ma i più forti e deboli e falsi. Ed esattamente quello.
Possono mandarvi direttamente all’inferno e amarvi un minuto dopo, perché possono farlo!
E non sono pazzi. Non si può capire.
Se volete rivolgervi a questi uomini e queste donne in modo amichevole, sappiate che essi stanno molto meglio quando possono fare un discorso sano con gente sana che non dice loro per prima cosa: <Perché ti sei ridotto così?>

Re dei barboni
WDM_photo