domenica 8 settembre 2013

Il giardino del re di Marco Mariani

Quasi una quindicina d'anni fa, avevo conosciuto un ragazzo simpatico e di belle speranze che aveva anche una bella voce ed il sogno di approdare a Sanremo con una sua canzone. La canzone si intitolava: "Il giardino del re" ed era dedicata ad un clochard poeta di strada di Pavia ed io ero quel re. Non ho più saputo nulla di Marco, l'ho perso di vista, ma ho ritrovato un ritaglio di giornale che mi ricorda di lui. Io sono un po' disordinato, ma spesso cose che sembravano andate perdute riaffiorano improvvisamente nel vortice dei ricordi dimenticati. 
Caro Marco, ti ringrazio per aver pensato a me con la tua canzone che purtroppo non ho mai sentito, ma che certamente sarà stata molto bella. Spero di ritrovarti un giorno e di sapere che tu sei felice e che la vita ti ha riservato tante belle cose. Un caro saluto dal re dei barboni.


Sanremo 2000

Il Festival di Sanremo presentato da Fabio Fazio era quello della cinquantesima edizione, nel 2000. Marco Mariani aveva 24 anni, veniva da Albese con Cassano, una località tra Como e Erba, e svolgeva un'attività artigianale. Il giovane cantante all'epoca era accompagnato dalle chitarre  di don Luigi Piscitelli e Paolo Noseda. Al basso c'era Roberto Vesnaver, al sax Igor Mariani ed alla batteria Simone Barbieri. Il manager era Edo Contatore per l'agenzia Arcadia di Francesco Andreoli.