mercoledì 30 ottobre 2013

In attesa della Festa dei Morti

Festa dei Morti

Parlano ancora
dai silenziosi fondi
delle loro tombe
i morti ai vivi
meglio sarebbe dire
ai morenti i vivi.
Dicon parole
che non han corso
qui sulla terra
beati i poveri gli umili gli afflitti
chi porta pace i perseguitati.
Beati i puri i misericordiosi
e quelli che hanno fame di giustizia vera.
Casto e fecondo
è il loro eloquio.
Spoglio del nulla
che l'imprigiona
dentro
ti scava
pensieri nuovi belli profondi
ahimé... per un giorno...
Domani il demone t'imprigiona
ancora e t'incatena.

Armando Bruzzesi