martedì 15 ottobre 2013

Visita ad Armando

Armando questa mattina dopo la broncoscopia

Gli amici di Armando hanno pensato di far cosa gradita a chi ha iniziato a conoscere il poeta online, o a distanza, preparando un piccolo reportage fotografico su una mattinata in ospedale e riferendo delle condizioni di salute di un uomo molto amato dai suoi lettori. In questi giorni di silenzio, sono arrivati molti auguri di pronta guarigione e tanti nuovi amici che stanno scoprendo le poesie del re dei barboni e lo hanno contattato sulle pagine del suo blog per un saluto e per una parola di conforto. Armando ringrazia tutti coloro che gli hanno scritto e vuol fare sapere che al più presto tornerà a casa per rimettersi a lavorare al suo ultimo progetto editoriale intitolato: "Le Margherite"


L'ingresso Forlanini del Policlinico S. Matteo a Pavia

Questa mattina verso le 10 siamo arrivati all'ingresso Forlanini del Policlinico S. Matteo, uno dei migliori ospedali d'Italia. Il personale infermieristico ci ha subito indicato la stanza di Armando, ma prima d'incontrarlo abbiamo dovuto attendere che egli venisse sottoposto ad un esame endoscopico.

Padiglione Forlanini

Armando è ricoverato al Padiglione Forlanini, presso il reparto di Pneumologia. Padiglione 1, piano secondo.

Servizio di Endoscopia Toracica e Bronchiale

 L'esame è durato circa 30 minuti

Armando era sceso in reparto da solo, camminando sulle sue gambe, ma dopo l'anestesia si è spostato con l'aiuto di una sedia a rotelle e di un'infermiera molto gentile.

 Sull'ascensore

 Armando è stato riaccompagnato nella sua camera, la numero 14

La broncoscopia è un esame che consente di osservare direttamente le vie aeree, laringe, trachea e bronchi tramite una microcamera fissata all'estremità di un tubo flessibile composto di fibre ottiche.


 Dopo l'esame non si possono ingerire né liquidi né solidi per un'ora.


Armando s'è comportato molto bene e l'effetto dell'anestesia non gli ha creato problemi.

 Armando è in una bella stanza singola


C'è un po' di preoccupazione perché, per ora, i medici hanno escluso patologie contagiose, ma non hanno ancora dato una spiegazione precisa di che cosa abbia provocato la malattia del poeta.


Armando ci mostra un linfonodo molto ingrossato, accanto ce ne sono altri due di dimensioni meno evidenti.

 Speriamo tutti che la malattia di Armando sia presto curabile

 Salutiamo Armando per lasciarlo riposare, ma sappiamo che lui difficilmente resterà a letto senza fare niente.

Mattia si fermerà ancora qualche minuto con Armando

Presto, saranno disponibili gli esiti delle analisi e degli esami fatti da Armando, così sapremo esattamente che problemi ha il nostro caro amico. Sono state riscontrate delle macchie scure nei polmoni che in un primo tempo avevano fatto sospettare una patologia di tipo cronico emersa in un periodo di abbassamento delle difese immunitarie, ma questa ipotesi sembra da escludersi. Temiamo che ci possano essere problemi seri di salute, ma potrebbe anche trattarsi soltanto di un'infezione dovuta a motivi non precisati.
Armando ha condotto una vita molto difficile passando molto tempo al freddo per strada ed eccedendo in vari comportamenti poco salutari; personalmente sono abbastanza sorpreso che abbia superato indenne decenni di vita sregolata, malnutrizione e poca cura per se stesso. Il fatto che adesso finalmente abbia accettato di farsi ricoverare ed eventualmente di curarsi, lo considero come un serio tentativo di aggrapparsi alla vita in un momento particolarmente difficile ed importante per i suoi progetti artistici.
Dispiace che il figlio non approfitti di quest'occasione per riconciliarsi con suo padre e per favorire un ripensamento in questo senso divulghiamo queste notizie ed il numero di stanza di Armando, nella speranza che Giacomo Bruzzesi legga queste parole. Riteniamo che Armando potrebbe restare ricoverato per accertamenti sanitari fino al termine della settimana in corso.