domenica 11 maggio 2014

Il viso della Madre

Nel passo
ciondolante
d'ogni sera

quando
la mente vagherà
per altre mura

sarà triste
non udirti
voce antica

fiato
che trasmutavi
in luce amica.
 Voce
che il petto
mi squarciava

come
                        (ferro) lama ardente
che cercava

quella piaga
ogni volta
rinnovata

e triste
e desolata.
Lastra vuota

sarà l'occhio
già orfano
di Padre

che non vedrà
mai più
il volto della
Madre.

Armando re dei barboni


Volto di donna - Guy De Jong


Auguri a tutte le Mamme