domenica 1 giugno 2014

Dio


Parola
che si annida ovunque.
Mai silenzio.
Non essenza
o stasi.
Un movimento
circolare e eterno.
Un respiro
tra lo spazio e il tempo.
Urlo
che improvviso muove
il gesto e ilmovimento
d'ogni fare.
Occhio
cui nulla sfugge
pure se ci perdona
e con misericordia
tutti ci vorrebbe
ai lati del suo trono.

(dedicata a M. Natalina il 27.12.1999)
Armando Bruzzesi