martedì 7 febbraio 2017

Momenti Felici

Caro Armando, ci manchi molto. Eri una persona veramente speciale, non imponevi mai la tua opinione o la tua presenza, non prevaricavi gli altri, avevi rispetto per i più umili e li aiutavi in ogni modo, anche a costo di restare tu senza niente. Sapevi osservare, ascoltare e consigliare; per tutti avevi solo parole buone e di speranza, conoscevi la sofferenza e la solitudine. Sapevi apprezzare la vita ed eri un vero amico.
Eri fatto a tuo modo, un po' re un po' bambino.
In pochi ti capivano, ma tutti ti apprezzavano.
Non ti stancavi mai di viaggiare, non potevi stare fermo, eri un vulcano in perenne eruzione. Era difficile seguirti nei tuoi progetti a lungo termine, forse non avevi previsto che un giorno te ne saresti andato e proprio per questo ti avevo creduto quando mi dicesti che saresti rimasto con noi fino ai 120 anni.
Ci vedevamo ogni tanto, è strano, non mi mancavi prima, eppure adesso che so che non sarai più dietro a quella porta, quando arriverò alla stazione, o dietro a quella finestra quando passerò per la tua strada, continuerò a vederti con la tua pipa in bocca ed il tuo cappellino logoro schiacciato in testa.
Continuerò a rileggere le tue poesie ed a cantare le tue canzoni, perché con le tue parole ci hai portato tanta gioia ed infinito amore. WDM ed i tuoi amici.


Solo un paio d'anni fa Armando mi ha mostrato la sua collezione di bambole, le regalava ai bambini, ma molte le teneva per sé nella credenza in cucina come un tesoro nascosto.

Momenti felici


Sogni lune

e soli splendenti

magnifiche giornate

con la tua ragazza

felicità e amore

ma poi ti svegli

e ti accorgi

che tutto è passato

e non ritorna più.

                                 rdb